Vai al contenuto
HOME » Come aprire siti bloccati

Come aprire siti bloccati

    Come aprire siti bloccati

    Come aprire siti bloccati: ecco come fare con i Web Proxy
    Sei al lavoro e non puoi accedere ai tuoi siti Internet preferiti perché bloccati? Non disperare, perché esistono soluzioni per ovviare a questo problema. In questo articolo ti mostrerò come aprire i siti bloccati utilizzando i Web Proxy, ovvero dei servizi online che fanno da tramite tra la tua utenza e il sito che vuoi visitare, rendendo la navigazione anonima e senza lasciare tracce sul PC.

    Blockedsiteaccess.com: il servizio web gratuito per navigare anonimamente
    Il primo servizio Web Proxy che ti consiglio di utilizzare è Blockedsiteaccess.com. Questo servizio è gratuito e ti permette di navigare in rete in maniera anonima, camuffando l’indirizzo IP realmente in uso e andando dunque ad oltrepassare eventuali restrizioni sia a livello locale che su scala regionale e nazionale. Per utilizzarlo, collegati alla sua home page e digita l’indirizzo completo del sito web da visitare, dopodiché clicca sul bottone Go. Più facile di così?

    Leggi anche  Scopri come individuare l'indirizzo IP del tuo computer Windows

    Kproxy: l’alternativa con un’interfaccia più gradevole
    Se Blockedsiteaccess.com non ti ha convinto, puoi provare a utilizzare Kproxy. Anche questo servizio Web Proxy è gratuito e funziona in maniera analoga a quanto ti ho già segnalato, ma vanta un’interfaccia decisamente più gradevole ed offre anche la possibilità di selezionare specifici server secondo esigenza. Per utilizzarlo, collegati al sito interno del servizio, digita l’indirizzo completo del portale che vuoi visitare e poi premi sul pulsante surf!

    VPNBOOK: seleziona il server e naviga con connessione crittografata
    Un altro servizio di Web Proxy che ti consiglio di utilizzare per aprire i siti bloccati è VPNBOOK. Anche in questo caso, si tratta di una risorsa a costo zero e di facile impiego. Permette di selezionare il server attraverso il quale navigare in rete offrendo dunque la possibilità di ottenere un indirizzo IP statunitense, britannico, francese oppure canadese o, ancora, di farsene assegnare uno in maniera randomica e di navigare con connessione crittografata. Per utilizzarlo, collegati alla pagina principale del servizio, digita l’indirizzo completo del sito Internet che desideri visitare nel campo vuoto apposito che trovi sotto la dicitura Enter URL, scegli il server e fai clic sul pulsante Go.

    Leggi anche  Come abilitare DHCP Windows 7

    Whoer.net: la soluzione a costo terzo
    Se stai cercando un’alternativa a pagamento, ti consiglio di utilizzare Whoer.net. Anche questo servizio ti permette di proxarsi scegliendo tra diverse località, quali: Francia, Olanda, Russia, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti. È a costo terzo, ma di semplicissimo impiego ed ha anche una bella interfaccia.

    Conclusioni

    Come hai visto, aprire i siti bloccati è possibile grazie ai Web Proxy. Oltre ai servizi online che ti ho segnalato, esistono anche estensioni per browser e programmi “tradizionali. Ricorda che prima di utilizzare questi servizi, è sempre meglio valutare attentamente le conseguenze e le possibili implicazioni sulla sicurezza del tuo PC.


    #WebProxy #navigazioneanonima #sitiBloccati #VPN #connessioneCrittografata