Vai al contenuto
HOME » Server proxy

Server proxy

    proxy 1 scaled

    Se sei alla ricerca di un modo per accedere a un sito Internet che risulta bloccato in Italia, o se desideri navigare in modo anonimo senza lasciare tracce del tuo passaggio, potresti considerare l’utilizzo di un server proxy. Ma cosa sono e come si possono utilizzare? In questo articolo ti spiegheremo tutto ciò che c’è da sapere sui server proxy e ti indicheremo come trovarne di gratuiti.

    Proxy server. Cyber security.

    Cos’è un server proxy?

    Un proxy è un server remoto a cui ci si può collegare per richiedere l’accesso alle pagine Web per proprio conto. In altre parole, si tratta di un computer che si frappone tra il dispositivo che ne richiede i servizi e Internet, il quale consente di mascherare il proprio indirizzo IP e, di conseguenza, la propria posizione geografica e il nome del fornitore di servizi.

    Tipologie di proxy

    Esistono almeno tre tipologie di proxy: Web o HTTP/HTTPS, cioè quelli che consentono di “schermare” il solo traffico generato dal browser; quelli trasparenti, che hanno il solo compito di monitorare le connessioni in uscita e impedire l’accesso a determinati siti/servizi online; e quelli di tipo SOCKS, i quali possono essere usati anche da altri programmi, oltre che dal browser.

    Leggi anche  La guida definitiva all'ascolto di musica in streaming gratuito online

    Dove trovare proxy gratuiti?

    Ci sono molti siti Web che offrono proxy gratuiti, ma è importante fare attenzione a quelli che si scelgono. Molti di questi server, soprattutto quelli gratuiti, non supportano la cifratura dei dati, il che significa che i dati delle connessioni in entrata e in uscita possono essere archiviati dal server proxy. Inoltre, i proxy non possono garantire l’anonimato, soprattutto se si effettua l’accesso ai propri account personali e se si utilizza un browser associato a un determinato profilo.

    Se vuoi utilizzare un servizio online per camuffare il tuo indirizzo IP durante la navigazione su Internet, puoi provare Hide.me o FilterBypass. Se preferisci configurare manualmente l’uso dei proxy, puoi utilizzare un sito Web come hidemy.name, che consente di accedere rapidamente a una lista di server gratuiti, con la possibilità di filtrarli in base a determinati parametri.

    Leggi anche  Scopri come proteggere la tua privacy online senza spendere nulla

    Come impostare un server proxy su Windows, Mac, Android e iOS?

    Per utilizzare un proxy, è necessario conoscere l’indirizzo IP e la porta e successivamente impostare queste informazioni all’interno del programma, dell’applicazione oppure del sistema operativo di proprio interesse. Ecco come impostare un proxy su Windows, Mac, Android e iOS:

    • Windows: vai su Impostazioni > Rete e Internet > Proxy. Seleziona l’opzione “Usa un server proxy” e inserisci l’indirizzo IP e la porta del server proxy che hai scelto.
    • Mac: vai su Preferenze di Sistema > Rete > Avanzate > Proxy. Seleziona l’opzione “Configura proxy” e inserisci l’indirizzo IP e la porta del server proxy che hai scelto.
    • Android: vai su Impostazioni > Wi-Fi > Modifica rete > Mostra opzioni avanzate. Seleziona l’opzione “Proxy” e inserisci l’indirizzo IP e la porta del server proxy che hai scelto.
    • iOS: vai su Impostazioni > Wi-Fi > Tocca l’icona della freccia accanto alla rete Wi-Fi a cui sei connesso. Seleziona l’opzione “Configura proxy” e inserisci l’indirizzo IP e la porta del server proxy che hai scelto.
    Leggi anche  Aumentare la velocità di Jdownloader: ecco come fare

    Proxy vs VPN

    Infine, è importante sottolineare la differenza tra proxy e VPN. Mentre i proxy sono utilizzati principalmente per mascherare l’indirizzo IP e l’ubicazione geografica, le VPN (Virtual Private Network) sono utilizzate per creare una connessione sicura e criptata tra il dispositivo dell’utente e Internet. Questo significa che le VPN offrono un maggior livello di sicurezza e privacy rispetto ai proxy. Se vuoi approfondire, ti lasciamo le nostre guide sulle migliori VPN del 2023, e sulle migliori VPN in generale. Inoltre ti segnaliamo che abbiamo scritto anche delle guide su l’uso di ChatGPT dall’Italia mediante VPN e cosa è successo con il garante della privacy.

    Conclusione

    In conclusione, se desideri accedere a un sito Internet bloccato in Italia o navigare in modo anonimo, l’utilizzo di un server proxy può essere una soluzione efficace. Tuttavia, è importante fare attenzione ai proxy gratuiti e alle loro limitazioni. Se desideri un maggior livello di sicurezza e privacy, potresti considerare l’utilizzo di una VPN.

    #serverproxy #proxy #vpn #chatgpt #openai #hideme #filterbypass #http #https #cybersecurity